Notizie

immagine Troppi cesarei per le mamme italiane

Troppi cesarei per le mamme italiane

Ancora troppi tagli cesarei in Italia che riguardano la nascita di un bambino su tre. È quanto emerge dall'ultimo Rapporto CeDAP ("Certificato di assistenza al parto") del Ministero della Salute, secondo cui, tra l'altro, l'arrivo del primo figlio è stato spostato, ormai, oltre la soglia dei 31 anni. Altri dati rilevanti: il 6,7% delle nascite avviene in centri con meno di 500 parti l'anno, quasi il 90% delle future mamme si sottopone a più di 4 visite ginecologiche e una donna su 4 dopo i 40 anni si sottopone all'amniocentesi. Infine, l'89,1% dei parti è avvenuto negli Istituti di cura pubblici ed equiparati, il restante 10,9% nelle case di cura private.