Notizie

immagine SOS assistenza cardiologica

SOS assistenza cardiologica

Durante l'ultima ondata di Covid-19, in molti ospedali l'assistenza cardiologica è stata ridotta all'osso. Fra novembre 2021 e gennaio 2022, il 68% delle strutture ha tagliato interventi e ricoveri, il 50% ha diminuito esami diagnostici, il 45% ha ridotto le visite ambulatoriali. Lo denuncia un'indagine condotta dalla Società Italiana di Cardiologia (Sic), da cui arriva l'allarme: con questi numeri "la mortalità per infarto e ictus rischia di tonare ai livelli di 20 anni fa".